.
Annunci online

 
vicky66 
Dall'aperitivo .....al dolce !
<%if foto<>"0" then%>
 
  Ultime cose
Il mio profilo
  Feed RSS di questo blog Rss 2.0
Feed ATOM di questo blog Atom
  l'altro mio blog
Sara82
Patty
Danae
Enrico
Gio
Castenaso
Espressione
Cristina
Trillo52
Vitachiara
Calzetta
Fede
Elena
Aislinn
DoLcEsSeNzA
Marina
Giuseppe
Garbo
Cobalto
Pierluca
Costantinopolis
Aquila
Pattyand Sara
Elotta
Max
Sara
  cerca














 

Diario | Foto |
 
Diario
49558visite.

12 aprile 2009

Con questa ricetta vi auguro una buona Pasqua.

 

Ingredienti:

500gr di cioccolato fondente
2 mezzi stampi per uova di Pasqua in metallo o plastica (che potete trovare nei casalinghi ben attrezzati o
qui troverete sicuramente quello che fa al caso vostro).

Preparazione:

Rompere il cioccolato a pezzetti (oppure tritarlo grossolanamente con un grosso coltello) e metterlo dentro una ciotola. Prendere un pentolino che possa contenere la ciotola (ma non inseritela adesso) e fare bollire circa 2 dita di acqua. Il diametro del pentolino deve essere tale che la ciotola non tocchi l’acqua bollente sul fondo, quindi fare delle prove prima. Quando l’acqua bolle, spegnere il fuoco, deporvi la ciotola con il cioccolato, coprire con un piatto o un coperchio e lasciare riposare per 10 minuti circa. Passati i dieci minuti mescolate. Questo sistema permette al cioccolato di sciogliersi lentamente, senza entrare in contatto con fonti di calore dirette e quindi senza aumentarne drasticamente la temperatura.

Appena il cioccolato è pronto versare velocemente il cioccolato nei due mezzi stampi facendoli roteare, in modo da foderarli completamente, e ponete subito in frigo le due metà per un ora circa. Una volta tolti dal frigo, per estrarre dalla forma le due metà di uovo, premere delicatamente dietro i due mezzi stampi; prima di riunire le due metà, con un coltellino pareggiare i bordi. Il cioccolato sciolto e poi solidificato dopo alcuni giorni può presentare una patina biancastra. E’ tutto normale: si tratta del burro di cacao e il cioccolato è del tutto commestibile e buono.

A questo punto per avere uova belle e impeccabili, infornare una teglia da forno vuota nel forno già caldo per 15 minuti; togliete la teglia dal forno e appoggiate per un attimo sulla teglia calda le due metà in modo da fare ammorbidire leggermente i bordi ed immediatamente riunitele in modo da ricomporre l’uovo facendo combaciare i bordi.

Ehi, ehi dove state andando? Avete messo la sorpresa?!  Sì?! Bene. Allora adesso abbiamo il nostro uovo pronto per essere impacchettato o decorato.

Per decorare il vostro uovo ad esempio potrete sciogliere dell’altro cioccolato, versarlo in un piccolo cono di carta con un piccolo buco all’estremo più stretto e disegnare ricami, ghirigori, spirali o scrivere “Buona Pasqua” o nomi o ciò che più vi aggrada. Potete anche realizzare l’uovo con due tipi di cioccolato diversi, ad es. metà uovo di cioccolato bianco e l’altra metà con cioccolato al latte o fondente. Un uovo riempito di piccoli ovetti di cioccolata diversi oppure applicate delle decorazioni acquistate già pronte attaccate semplicemente con delle gocce di cioccolato.

Insomma è sufficiente lasciare spazio alla fantasia…e vedrete riuscirete a realizzare uova davvero sorprendenti!




permalink | inviato da vicky66 il 12/4/2009 alle 16:28 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (2) | Versione per la stampa

11 marzo 2009

TORTA DI MELE.


Per voi, una ricetta veloce per ottenere una gustosa torta di mele.


150 gr di zucchero, 180 gr di farina, 2 tuorli d'uovo, 50 gr di burro, mezzo bicchiere di latte, un cucchiaino di lievito per dolci, un pizzico di sale, un cucchiaio di zucchero, 3 o 4 mele.
Sbattete due tuorli d'uovo con lo zucchero. Fate fondere il burro ma unitene solo la metà, aggiungete mezzo bicchiere di latte, la farina, un cucchiaino di lievito bertolini e un pizzico di sale. L'impasto è pronto, versatelo in una tortiera foderata di carta forno. Sbucciate 3 o 4 mele a seconda della grandezza, tagliatele a spicchi e poi a fettine sottili, quindi ricoprite l'impasto con le fettine di mele, infilandole per il lungo in profindità e creando un decoro. Prima di infornare versate sulla torta gli altri 25 gr di burro fuso e un altro cucchiaio di zucchero. Mettete allora in forno e cuocete a 180 gr per 30 minuti.




permalink | inviato da vicky66 il 11/3/2009 alle 9:15 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa

10 giugno 2008

CONIGLIO ALLE OLIVE NERE E BACCHE DI GINEPRO.

 



 

Ingredienti

Un coniglio tagliato a pezzi
Un cucchino colmo di bacche di ginepro
due/tre foglie di alloro
ub rametto di rosmarino
un bicchiere scarso di olio
un bicchiere di vino bianco
una decina di olive nere
un pugnettino di sale grosso

Preparazione

In una ciotola mescolate olio, vino, sale grosso, bacche di ginepro, alloro e rosmarino spezzettati e ponete a marinare i pezzi di coniglio per almeno un paio di ore.
Scolate i pezzi di carne e rosolateli in una padella antiaderente. Man mano che i succhi asciugano, versate cucchiaiate della marinata (compresi gli aromi).
A fine cottura aggiungete le olive nere, fate insaporire ancora un poco e togliete dal fuoco.




permalink | inviato da vicky66 il 10/6/2008 alle 9:21 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (7) | Versione per la stampa

28 maggio 2008

MINESTRONE DIETETICO.

 

Ingredienti

• 1 cipolla
• 1/2 porro
• 1 spicchio d'aglio
• 1 carota
• 1/2 gamba di sedano
• 1 fetta di zucca
• 2 zucchine
• 3 o 4 fette di verza
• 1 pomodoro da sugo
• 1 piccolo ciuffo di coste o erbette
• 1 pugno di fagiolini
• 2 dadi vegetali
• 60 gr. di riso parboiled
• concentrato di pomodoro (facoltativo)
• sale q.b.

Preparazione

Riducete tutte le verdure a pezzetti e mettetele in pentola con abbondante acqua, assieme all'aglio intero e ai dadi. Fate bollire piano per 1 ora e 1/2 circa. Venti minuti prima della fine aggiungete il riso e, se vi piace, un po' di concentrato di pomodoro sciolto in acqua calda.

 Presentazione

E' un piatto povero ma gustoso e poverissimo di calorie. Anche chi è a dieta può mangiarne abbondantemente. Si presta a essere surgelato per essere poi consumato quando occorre.




permalink | inviato da vicky66 il 28/5/2008 alle 8:19 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (2) | Versione per la stampa
sfoglia
marzo